Dizionario islandese-tedesco

L’aurora boreale d’Europa

Islanda: paesaggi meravigliosi, vulcani imprevedibili (l’Eyjafjallajökull è certamente il più conosciuto) e quasi nessuna parola straniera. Gli abitanti del paese meno popolato d’Europa sono conosciuti per l’attaccamento alla propria lingua. Gli islandesi amano trovare equivalenti per le parole moderne: ad esempio, la parola per “computer” è tölva, composta dalle parole tala, che significa “numero”, e völva, che significa “veggente”. Dal 1964, un comitato per la lingua islandese (Íslensk málnefnd) vigila sul rapporto tra i prestiti e le parole di nuova creazione.

L’alfabeto islandese è composto da 32 lettere. Oltre a quelle standard dell’alfabeto latino, ci sono anche le lettere Á / á, Ð / ð, É / é, Í / í, Ó / ó, Ú / ú, Ý / ý, Þ / þ, Æ / æ e Ö / ö.

Paesaggi idilliaci

Dopo la Gran Bretagna, l’Islanda è lo stato insulare più grande d’Europa per dimensione e la sua isola principale è l’isola vulcanica più grande del mondo. L’Islanda, con capitale Reykjavík, è un luogo molto amato per le riprese di film. Che si tratti di Star Wars, James Bond o Game of Thrones, lo spettacolo magico e mozzafiato caratterizzato dai fiordi, dalle cascate e dai ghiacciai islandesi non attira solo i turisti.

Come potrete immaginarvi, gli islandesi saranno entusiasti se mostrerete di saper parlare un po’ della loro lingua indogermanica. Con noi potete tradurre circa 25.000 lemmi. Allora che cosa aspettate? Iniziate subito e preparatevi per il vostro prossimo viaggio in Islanda!

Langenscheidt: perché le lingue uniscono

La casa editrice Langenscheidt è un’azienda di comunicazioni di antica tradizione, con un’offerta ampia e articolata nel settore linguistico. Grazie alla nostra organizzazione crossmediale mettiamo a disposizione, oltre ai classici dizionari cartacei, una gamma diversificata di prodotti e servizi linguistici digitali di alta qualità, sia in modalità online che offline.

Tutto ebbe inizio oltre 150 anni fa con la pioneristica invenzione del fondatore Gustav Langenscheidt: insieme al proprio insegnante di lingue, Charles Touissant, egli mise a punto un’innovativa metodologia di trascrizione fonetica. Da allora in poi l’apprendimento delle lingue straniere sarebbe stato più semplice per tutti. Il successo della casa editrice cominciò nel 1856 con i primi corsi di lingua francese per autodidatti.

A B D E F G H I J K L M N O P R S T U V Y Á Æ É Í Ó Ö Ú Ý Þ

Siete interessati al nostro elenco promemoria?

Se anche altri utenti mostreranno interesse, metteremo ben presto l'elenco promemoria a vostra disposizione.